Documentazione

SANTUARIO DEL SANTISSIMO CROCIFISSO

La primitiva chiesa, probabilmente di stile gotico, più piccola ma forse impreziosita di pitture del ‘300 di scuola riminese, subì varie vicende, finché nel 1755, resasi pericolante a causa di un cedimento del terreno, venne demolita.
Il 18 marzo 1764, il longianese monsignor Francesco Manzi consacrò la nuova costruzione, realizzata su progetto dell'architetto riminese Pietro Borboni.
L'edificio è di stile neoclassico, "perfetta nelle linee e nelle misure, e di un'eleganza sobria e controllata". Completano l'architettura del Borboni i capitelli e i cartigli dello scultore e decoratore riminese Antonio Trentanove.
Il 28 novembre 1828 il papa Leone XII elevò la chiesa a Santuario.
Durante la seconda guerra mondiale il Santuario, come molti altri luoghi di Longiano, subì gravissimi danni. Dopo essere stato danneggiato da numerose granate, venne colpito durante il bombardamento il 7 ottobre 1944: coro, nicchia, altare, organo, decorazioni e affreschi furono distrutti.
Il Santuario fu restaurato nel 1965, col rinsaldamento delle strutture e il reintegro delle linee architettoniche.

 



La Miracolosa Immagine del SS. Crocifisso
L'immagine del Crocifisso, risalente al Secolo XIII, è di scuola pisanogiuntesca, dipinta su tela applicata a tavola lignea.
La devozione risale a un fatto prodigioso, avvenuto il 6 maggio 1493: una vitella, donata dai cittadini di Gambettola ai frati del convento, passando davanti all'immagine sacra s'inginocchiò e si alzò solo dopo la benedizione del Padre Superiore. I fedeli accorsi nel chiostro del convento, commossi dall'evento, iniziarono la prima processione per le vie del paese.
L'immagine del Crocifisso, accuratamente restaurata nel 1942 ad opera del Prof. Enrico Podio, è racchiusa in un'ampia nicchia, realizzata nel 1965 su disegno di Gildo Atti di Bologna.
Maggiori dettagli alla pagina dedicata sul sito del Santuario.
Il presbiterio. Con l'opera di restauro, il Santuario è stato arricchito di alcune strutture, decorazioni e affreschi. Il 26 luglio 1958 venne ultimata la gradinata marmorea che porta fino ai piedi del Crocifisso, e venne collocato il nuovo coro in noce, lavorato da  Alfredo Pizzi di S. Severino Marche (Mc). Il 26 luglio 1963 è installato il grande organo, costruito dalla ditta Tamburini di Crema. Dall'estate del 1964 al luglio 1965, il Santuario viene dipinto e decorato da P. Giovanni Lerario, francescano conventuale. Le dorature sono eseguite da Lino Gattei di Savignano.
Nel 1977, in conformità alle disposizioni della riforma liturgica, rimosso il vecchio altare, vengono poste in opera l'attuale mensa e il tabernacolo dalla ditta Lugaresi di Cesena, su progetto dell'architetto Luigi Fonti di Rimini. L'esecuzione in metalli vari del tabernacolo è della ditta Politi di Milano. La porta in rame smaltato e sbalzato e pietre dure è opera del pittore Ettore Paganini di Milano.
L'Arciconfraternita del SS.mo Crocifisso è l'associazione, sorta nel 1705, al fine di promuovere il culto del Cocifisso di Longiano. Il suo membro più illustre è il Sommo Pontefice S. Pio X che s'iscrisse di sua mano, aggiungendo la benedizione apostolica per gli altri associati. Ancora oggi l'Arciconfraternita concorre, con i frati, al decoro del Santuario e alle feste annuali.
Alcune processioni storiche con l'immagine sacra: nel 1781 a Loreto, per lo scampato terremoto; il 3 maggio 1826 a Cesena, per l'Anno Giubilare; nel luglio 1850 a Rimini; dal 24 ottobre al 9 novembre 1959 a Cesena, in occasione delle missioni cittadine.

Le principali feste del Santuario:
6 gennaio Epifania; 6 maggio Festa del Miracolo; 26 luglio Solennità del Santuario; 2a domenica di novembre Festa del Ringraziamento; nei venerdì di Quaresima si svolgono in Santuario celebrazioni penitenziali.

Orario S. Messe
Feriali: dal lunedì al sabato, ore 07.00
Festivi: sabato ore 18.00; domenica ore 07.30; 09.30; 18.00

Il Convento del Santuario espone, generalmente dai primi giorni di dicembre fino a fine gennaio, il Grande Presepe Meccanico, il più antico e tradizionale presepe di Longiano, da cui ebbe inizio nel 1991 l'importante manifestazione di Longiano dei Presepi.

 


info:
SANTAURIO DEL SS. CROCIFISSO
via Decio Raggi, 2 - 47020 Longiano (FC)
Tel. 0547 665025; fax 0547 667224; tel. Centro di Accoglienza Giovanile 0547 665625
Visita il sito internet ufficiale: http://santcrociflongiano.blogspot.it/