Documentazione

CHIESE STORICHE DI LONGIANO

Longiano diede i natali a numerosi ecclesiastici illustri, fra cui spicca monsignor Francesco Maria Manzi, che fu, fra l'altro, arcivescovo di Avignone dal 1757, don Enrico Ravegnani, monsignor Adolfo Turchi e numerosi altri.
Negli Statuti di Longiano sono nominate ben quindici chiese, ben nove delle quali nel Centro Storico. Oggi nel Centro sono presenti tre chiese consacrate e due sconsacrate: frequenti mete del turismo religioso, che rappresenta una voce importante nell'ambito del turismo longianese.

Nella parte settecentesca del Centro Storico spicca il grande Santuario del Ss. Crocifisso; proseguendo lungo via Borgo Fausto si incontra la Collegiata di San Cristoforo, sede parrocchiale; ai piedi del Castello Malatestiano spicca il tardobarocco Oratorio di San Giuseppe, oggi sede del Museo d'Arte Sacra. Nella parte medievale della città troviamo l'ex-chiesa della Madonna delle Lacrime, oggi sede del Museo della Ghisa, e infine, di fronte al Castello Malatestiano, l'ex-chiesa della Madonna di Loreto, che ospita di frequente le mostre temporanee allestite dalla Fondazione Tito Balestra.
Da segnalare, poco lontano Centro Storico, la splendida chiesetta romanica di Santa Marina, nella Frazione di Massa di Longiano, e la chiesa parrocchiale di San Lorenzo in Scanno, posta nella omonima Frazione.