Documentazione

Chiese storiche

EX-CHIESA DELLA MADONNA DELLE LACRIME

Si narra che il 2 marzo dell'anno 1506, nella casa di Sebastiano Barberi, nel Centro Storico di Longiano, si verificò  un miracolo: un'icona orientale quattrocentesca, raffigurante la Madonna con Gesù bambino, "sudò". Barberi, colpito dalla devozione dei longianesi che si recavano a visitare l'immagine "miracolosa", decise di donare la casa alla comunità, che vi fece costruire una chiesa, terminata nel 1510, e poi riedificata dalle fondamenta nel 1772.

                

La chiesa ha sempre custodito l'icona della Madonna delle Lacrime, in una nicchia azzurra nel muro dell'abside.
Nel 1944, nel corso di un bombardamento, la chiesa venne irreparabilmente danneggiata da una granata, e venne ricostruita negli anni successivi, senza ripristino dell'intonaco esterno e interno. L'icona, messa provvidenzialmente in salvo dal parroco in tempo si guerra, si trova ora esposta nel Museo d'Arte Sacra.
Dal 1998 la chiesetta è sede del Museo Italiano della Ghisa.

(foto: Viterbo Fotocine, Longiano)