Documentazione

CHIESA DI SANTA MARINA - MASSA DI LONGIANO

La piccola chiesa romanica di Santa Marina di Massa è stata costruita nel VII Secolo. Le prime notizie risalgono infatti, per la precisione, al 650 d.C., quando l'Arcivescovo di Ravenna concesse in affitto all'ex esarca Teodoro Calliopa più terreni, tra cui Massa Uttiana. Il nome potrebbe derivare da Utius, un colono assegnatario del fondo ai tempi romani. Vi era un abitato, senz'altro di possesso ecclesiale, con una cappella intitolata a Santa Marina.
Nel 1037 l'imperatore Corrado II affidò al Monastero di Classe di Ravenna molti possedimenti tra cui Massa Utiani, riconfermata nel 1139 dall'Arcivescovo Gualtieri e nel 1164 dall'imperatore Federico Barbarossa, con il nome di Massa Uzani.
L'11 luglio 1777 Pio VI destinò a Cesena alcune parrocchie di Rimini e fra queste Balignano, con annessa S. Marina di Massa, come dice la Bolla.

 

Gravemente danneggiata dalla seconda guerra mondiale, negli anni Settanta la chiesa è stata completamente restaurata e riportata al primitivo splendore su progetto dell'architetto e scultore Ilario Fioravanti.
All'interno si trovano due opere di valore: un Crocifisso di legno e gesso e una statua della Madonna, entrambi del Seicento.
Tuttora consacrata, la chiesa ospita occasionalmente concerti di musica sacra e corale, e mostre d'arte.

Per informazioni: Comune di Longiano, Ufficio Cultura tel. 0547 666458